AN POLIZIA DI STATO GRUPPO POLRADIO
AN POLIZIA DI STATO GRUPPO POLRADIO

i dati sulla qualità dell'aria sempre aggiornati 

facebook fiamme oro
facebook Polizia di Stato
facebook Questura di Milano
facebook Questura di Roma
facebook Questura di Venezia
facebook Questura di Belluno
Facebook Questura di Aosta
Facebook Questura di Varese
Gruppo Motociclisti Brixia Brescia
Gruppo Motociclisti ANPS Firenze
Gruppo Motociclisti ANPS Como
Gruppo Motociclisti ANPS Ravenna

 

 

radar centro meteo lombardo 

Contatti: 

 

Sezione Milano:

02.72095588

 

email Presidenza:

presidente@

anpsmilano.it

 

Gruppo Polradio:

02.56566892

 

email gruppo:

info@polradio.it

 

skype:

gruppopolradio. anpsmilano

 

whatsapp:

anpolizia.

polradio.

milano

 

twitter:

@gruppopolradio

 

 

L'A.N.P.S. - Associazione Nazionale della Polizia di Stato - è stata costituita ed eretta Ente morale con decreto del presidente della Repubblica n. 820 del 7 ottobre 1970 con la denominazione di Associazione nazionale delle guardie di Pubblica Sicurezza. Il 1° aprile 1981, con la riforma e l'applicazione della legge 121, prese la denominazione attuale. Gli associati, che volontariamente aderiscono all'Anps, sono i dipendenti in congedo e in servizio della Polizia di Stato, oltre agli altri soggetti previsti dall'articolo 4 dello Statuto (benemeriti e simpatizzanti). Il presidente onorario del sodalizio è il capo della Polizia - direttore generale della pubblica sicurezza. Sono soci onorari i vice capi della Polizia, i prefetti, i direttori interregionali e i questori in sede, le medaglie d'oro al valore militare, quelle al valore civile e i grandi invalidi della Polizia di Stato. Attualmente l'Anps sul territorio nazionale conta 160 sezioni, all'estero una (a Toronto in Canada), e 35 gruppi. Le finalità dell'associazione sono di alto livello morale e hanno anche lo scopo di mantenere vivo il legame di solidarietà tra il personale in congedo e quello in servizio. L'Anps è custode del Medagliere nazionale nella sede centrale che si trova a Roma, in via Statilia 30. Il Medagliere rappresenta il sacrificio e la dedizione al servizio di tanti operatori della Polizia di Stato che hanno immolato la loro vita per garantire il rispetto delle leggi dello Stato e per tutelare la sicurezza di tutti i cittadini della Nazione. Il loro sacrificio è sempre vivo e presente nell'opera quotidiana di tutti gli appartenenti alla Polizia. L'Anps è una grande famiglia che condivide il motto della Polizia di Stato "Vicini alla gente", protagonista di ieri e di oggi.
questo è il sito del Gruppo Polradio dell' Associazione Nazionale Polizia di Stato sezioni Mario De Benedittis Milano e III Reparto Mobile Milano . La finalità del Gruppo Polradio è quella di riunire soci sia simpatizzanti che effettivi in servizio o congedo che sono interessati al mondo delle radio telecomunicazioni. Per rendere possibile lo svolgimento della sua attività, il Gruppo si avvale dell'utilizzo di strutture dell' A.N. Polizia di Stato, e di proprie strutture radioelettriche. Presso la sezione ANPS del III Reparto Mobile di Milano in via Umberto Cagni al n°21 (sede operativa del Gruppo Polradio) è attiva una stazione del servizio di radioamatore. Questa è raggiungibile tramite la rete echolink numero nodo 591166 nominativo IW2ECM-R . Se sei interessato e vuoi avere info scrivi a: info@polradio.it oppure chiama il numero: 02.56566892

Barcellona: 13 morti, ci sono anche due italiani. 3 persone arrestate. Sventato altro attacco: uccisi 5 terroristi Pedoni investiti su marciapiede. Autista in fuga. Testimone italiana: 'Inseguiva le persone'.(cortesia ANSA.IT) Clicca sul link: diretta Rai News 24 per gli aggiornamenti.

Migliaia di cittadini si sono riuniti attorno a Re Felipe VI, al premier Mariano Rajoy e al presidente catalano Carles Puigdemont in Plaza Catalunya, cuore di Barcellona, per un minuto di silenzio in omaggio alle vittime dell'attentato di ieri. Dopo il minuto di silenzio la folla si è sciolta in un lungo applauso, fra grida di "No Tengo Miedo", "Non ho paura". E' di 13 persone morte, tra cui anche due italiani, e un centinaio di feriti il bilancio dell'attacco terroristico di ieri a Barcellona, dove un furgone ha investito i pedoni nella Rambla. L'autista, il 18enne Moussa Oukabir, è ancora in fuga e tre suoi presunti complici sono stati arrestati. Altri cinque terroristi sono stati invece uccisi a Cambrils, durante un secondo attacco, ed erano in attesa di progettarne un terzo. I cinque kamikaze uccisi nella notte dalla polizia a Cambrils, una cittadina balneare a 120 km a sud di Barcellona, erano pronti a sferrare un nuovo attacco nella città catalana. Secondo fonti di polizia il progetto era dunque quello di continuare a seminare terrore con un terzo attacco dopo quello che nella Rambla ha lasciato a terra 13 morti e un centinaio di feriti e il successivo, tentato nella notte nella vicina cittadina, con sei persone ferite. Continua intanto il lavoro della Farnesina per accertare il coinvolgimento di connazionali nell'attentato: tra le vittime ci sono anche due italiani, secondo quanto conferma la Farnesina. Uno di questi è Bruno Gulotta, esperto informatico di Legnano. Gulotta aveva appena fatto in tempo a mettere in salvo i figli prima di essere ucciso, ha riferito il titolare della società di Legnano in cui Gulotta lavorava, Pino Bruno. Bruno ha parlato con la moglie di Gulotta, Martina, 28 anni, che gli ha raccontato l'accaduto: "Gulotta si è messo davanti ai figli, ed è stato travolto". Altri tre italiani sono rimasti feriti, due dei quali già dimessi dall'ospedale. Il gruppo sgominato stanotte sarebbe legato alla cellula responsabile dell'attacco di Barcellona. Il conducente del furgone che ha falciato la folla sulla Rambla, secondo gli investigatori il 18enne Moussa Oukabir, è tuttora in fuga. Forse è proprio lui l'uomo che nella notte ha forzato un posto di blocco, ferendo un poliziotto e fuggendo poi a piedi. Nell'auto è stato trovato il cadavere del proprietario ucciso a coltellate. Tre suoi presunti complici sono stati arrestati. Tra le persone finite in manette c'è anche Driss Oukabir, fratello del conducente del furgone, che era stato indicato ieri come un presunto sospetto per l'attentato. Moussa potrebbe avere sottratto i documenti al fratello Driss per noleggiare il furgone. I cinque uomini sono stati intercettati verso le due del mattino a un posto di blocco all'ingresso di Cambrils. Sono riusciti a fuggire inseguiti dai Mossos d'Esquadra, la polizia catalana. La loro auto ha investito alcune persone che passeggiavano sul lungomare della cittadina. Poi, scesi dalla vettura, hanno iniziato a colpire a coltellate i passanti. Sei persone sono state ferite, una delle quali in forma grave. I cinque terroristi sono stati uccisi dalla polizia. Portavano apparenti cinture esplosive, che si sono rivelate false. I cinque uomini volevano fare un nuovo attentato a Barcellona secondo fonti della polizia. E' intanto in corso l'identificazione delle vittime della strage della Rambla. Fra i morti, riportano i media spagnoli, c'è anche una bambina di tre anni. Sono stati identificati fra le vittime per ora tre turisti tedeschi e un belga, riferisce La Vanguardia. L'ambasciatore italiano in Spagna Stefano Sannino ha indicato che due dei tre feriti italiani sono stati dimessi. Il terzo è in ospedale per fratture. L'ambasciatore ha aggiunto di non avere conferma della morte di un italiano. L'Isis ha rivendicato l'attentato di Barcellona attraverso la sua 'agenzia' Amaq, definendo gli attentatori "soldati dello Stato islamico". Lo riferisce il Site, il sito di monitoraggio dell'estremismo islamico sul web, pubblicando una immagine della rivendicazione in arabo.

Raggiungibile tramite queste reti

Rete echolink

 

numero nodo

 

591166

 

iw2ecm-r

Rete dmr Homebrew

regionale Lombardia tg 22221  

 

Rete Uno Fm

 

Area Milano

e Provincia

mhz:

144.750

simplex fm 

sabato 1 luglio 2017 

sono iniziate le trasmissioni sperimentali di 

"polfreccia" 

la web radio del gruppo polradio 

dell' AN Polizia di Stato

 

la trovi al seguente indirizzo:

www.radio1.cloud

 

(clicca sopra al logo polfreccia)

ATTENZIONE:  dal 1 marzo         nuovo indirizzo email:               info@polradio.it

Arrivederci a settembre con le prossime aperture della apertura della sezione ANPS III Reparto Mobile.                     Non si ferma l'attività della sala radio del Gruppo Polradio, collegati alla web radio (polfreccia) o alle reti radio del servizio di radioamatore (rete echolink, rete dmr e rete uno fm.

Tg ANSA,                                   le news della giornata

#esserci sempre

Media news review

Estate sicura: a Imperia controllo del territorio e consigli ai villeggianti.

Sono diverse le iniziative intraprese dalla Polizia per rendere le vacanze sicure sia nei luoghi di villeggiatura che nelle città rimaste semivuote. La questura di Imperia per il periodo di ferragosto oltre ad intensificare i controlli del territorio per prevenire i reati predatori, ha svolto con i suoi uomini un’attività di informazione nei luoghi turistici della costa distribuendo ai villeggianti una brochure con alcuni consigli per non rimanere vittime di episodi spiacevoli. (Video) Ad Imperia, come a Sanremo e a Ventimiglia, il dispositivo della polizia di stato ha visto impiegati 20 equipaggi, ulteriormente rafforzati da personale della Squadra mobile, della Squadra nautica, della divisione Polizia amministrativa e dell’ufficio immigrazione. I controlli, estesi anche alle zone della costa, sono stati caratterizzati dall’impiego degli acquascooter della squadra nautica che, ormai da settimane, garantisce quotidianamente un pattugliamento continuo via mare.

Brescia: fermata banda di specializzata in furti in appartamento.

Le indagini svolte dai poliziotti di Brescia e Milano hanno permesso di fermata una banda, composta da cinque albanesi, specializzata in furti in appartamento. Il gruppo criminale, che aveva la propria base operativa a Sesto San Giovanni (Milano), agiva in modo sistematico e continuativo, spostandosi in diverse province della Lombardia e del Piemonte. L’attività investigativa è stata avviata nei mesi scorsi dalla Squadra mobile di Brescia, dopo alcuni furti nei quali risultava coinvolta una potente autovettura marca Mercedes. Attraverso l’analisi delle telecamere di sorveglianza delle principali arterie provinciali, gli investigatori sono riusciti prima ad individuare l’auto – risultata rubata in Svizzera – e successivamente un box a Sesto San Giovanni, dove la banda, oltre a nascondere l’autovettura, aveva il deposito di diversi attrezzi per lo scasso e parte della refurtiva. Seguendo lo spostamento dei banditi, attraverso prolungati pedinamenti notturni, i poliziotti hanno acquisito in pochi giorni indizi del loro coinvolgimento in numerosi colpi. Gli agenti hanno documentato anche il furto in un appartamento dove la banda, approfittando dell’assenza dei proprietari, aveva smurato e asportato una cassaforte, il cui contenuto veniva poi smerciato presso un campo nomadi. Le perquisizioni, dopo il fermo dei cinque indagati, consentivano di recuperare parte della refurtiva di alcuni furti recenti, di sequestrare l’auto utilizzata per la commissione dei furti, di diversi attrezzi per lo scasso; presso l’abitazione di uno di loro è stata, poi, rinvenuta e sequestrata anche una pistola e 37 proiettili, risultati rubati nel corso di un furto commesso nei mesi scorsi in provincia di Bergamo

Tadeus va in pensione, le procedure per adottarlo.

Anche per Tadeus è arrivato il momento per andare in pensione dopo anni di onorato servizio a fianco dei poliziotti di Reggio Calabria. È un maschio di pastore tedesco del 2008, nero, non più idoneo a svolgere il suo lavoro da "poliziotto" per motivi di salute ed è per questo che viene congedato. Ma noi nutriamo insieme a lui la speranza che possa trovare presto qualcuno che voglia condividere il periodo della meritata pensione, anche perché ha un carattere docile e affettuoso. Per chi volesse adottare Tadeus queste sono le modalità e tutte le informazioni sul pastore tedesco sono riassunte nella scheda informativa.

ePaper
Condividi:

Le date delle donazioni di sangue di agosto.

L'Associazione donatori e volontari personale della Polizia di Stato organizza costantemente punti di raccolta di sangue in varie città italiane. Anche per il mese di agosto l’Associazione ha predisposto alcune date nelle città di Roma, Milano, Napoli, Imperia, Agrigento e Firenze, nelle quali tutti coloro che vorranno donare lo potranno fare attraverso i propri punti di raccolta. L'invito alla donazione è rivolto a tutti i cittadini in buona salute e di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Si ricorda che per donare il sangue è necessario avere un peso corporeo non inferiore ai 50 chili. È essenziale recarsi al prelievo a digiuno con l'eccezione di poter bere un caffè, un tè o un succo di frutta. Non è consentito ingerire latte e derivati. (Requisiti) Consultate la locandina nazionale per conoscere le date e le città dove è possibile donare.

ePaper
Condividi:

ePaper
Condividi:

immagini dal territorio:

RSS di - ANSA.it

La Rambla torna a vivere, 'non abbiamo paura' (Fri, 18 Aug 2017)
Ma polemiche su sicurezza
>> Continua a leggere

Morti 140 animali in grande parco India (Fri, 18 Aug 2017)
Inondazioni hanno ucciso rinoceronti, elefanti e cervi
>> Continua a leggere

Morti 140 animali in grande parco India (Fri, 18 Aug 2017)
Inondazioni hanno ucciso rinoceronti, elefanti e cervi
>> Continua a leggere

RSS di Lombardia - ANSA.it

Amanti scoprono detective che li segue (Fri, 18 Aug 2017)
Li stava filmando con una telecamera
>> Continua a leggere

Barcellona: Sala scrive a sindaca Colau (Fri, 18 Aug 2017)
Bandiere a mezz'asta nelle sedi del Comune
>> Continua a leggere

Scuola, circolare Lombardia sui vaccini (Fri, 18 Aug 2017)
A scuola autocertificazione, formale richiesta o attestazione
>> Continua a leggere

meteo oggi 

meteo domani

METEO ITALIA. Nel weekend perturbazione attraversa la Penisola, specie su Nord e Adriatiche Il tutto accompagnato da un calo termico e ventilazione in rinforzo.

L'alta pressione, dopo essersi schierata dalla nostra parte regalandoci un Ferragosto di bel tempo e clima caldo, purtroppo nel fine settimana si concederà una breve pausa, lasciando spazio a una perturbazione che attraverserà la nostra Penisola, accompagnata da un calo delle temperature e ventilazione a tratti sostenuta. Già sul finir di venerdì rovesci e temporali, anche di forte intensità, raggiungeranno i settori alpini e prealpini marciando nella giornata di sabato verso le regioni di Nordest e il medio adriatico. Domenica l'instabilità interesserà ancora il medio adriatico e parte del Meridione ma con tendenza a graduale miglioramento. Ma vediamo i settori più coinvolti dal passaggio: VENERDÌ: Entro sera la perturbazione si addosserà ai settori alpini portando rovesci e temporali, soprattutto sui settori di confine nonché occasionalmente sulle Prealpi centro occidentali. Fenomeni che potrebbero risultare localmente di moderata o forte intensità tra VDA, alto Piemonte, Alpi Retiche e Altoatesine. Ancora bello sul resto del Paese salvo cumuli diurni in Appennino con qualche fenomeno su Calabria e Etna. SABATO: la perturbazione valicherà le Alpi centro orientali spingendosi gradualmente verso i Balcani e l'alto Adriatico. In mattinata altri piovaschi o temporali sono attesi su Alpi centro-orientali ed est Prealpi, mentre nel pomeriggio i fenomeni si intensificheranno sul medio-alto Triveneto e l'alta Lombardia, assumendo localmente carattere di rovescio o temporale moderato-intenso; fenomeni isolati sono previsti anche su Ovest Alpi e Val Padana. Dalla serata il fronte scenderà coinvolgendo il basso Triveneto, la Val Padana centro orientale e a seguire anche le Marche, con precipitazioni localmente intense su mantovano, pianure venete, alto versante adriatico e Romagna. Bello altrove salvo variabilità diurna in Appennino. DOMENICA: il fronte scivolerà rapidamente verso la Grecia rinnovando instabilità tra Romagna e Marche, ma con tendenza a miglioramento entro la serata. Nubi e locali precipitazioni penalizzeranno Abruzzo e Molise per gran parte del giorno mentre nuvolosità irregolare transiterà sul resto del Sud con possibilità di locali fenomeni su Appennino, medio-alta Puglia e basso versante tirrenico.
Stampa Stampa | Mappa del sito
AN POLIZIA DI STATO GRUPPO POLRADIO - sede legale in via dell' Unione n°5 20122 Milano - sede operativa in via Cagni n° 21 20162 Milano